@Favale partecipa all’esclusivo Huawei “HCIE Elite Summit”

Il principio della policy di canale Huawei è “collaborare sulla base di una strategia vincente, massimizzando il valore del Partner nell’esplorare il mercato e promuovere il marchio Huawei a livello Enterprise”. Questo è quello che COM.TEL ha sempre perseguito, instaurando con Huawei una partnership che dura dal 2012 grazie ad un team prevendita e postvendita specializzato e certificato sulle tecnologie Data Networking Huawei, e che ha permesso la “riconferma” della partnership VAP 5 stelle (Value Added Partner) anche per il 2017. I prerequisiti commerciali e tecnici per essere VAP sono davvero sfidanti; in particolar modo a livello tecnico, dove le certificazioni richieste spaziano dalla HCNA alla HCNP fino ad arrivare alla temutissima HCIE che, per complessità e durata, solo pochi tecnici riescono ad ottenere. Simone Favale, System Network Expert di COM.TEL, è fra i pochissimi privilegiati (in Italia se ne contano “sulle dita di una mano”) ad aver ottenuto la certificazione HCIE.
Lo abbiamo incontrato ad Amsterdam in occasione del blindatissimo “HCIE Event – Service Partner Technical Elite Summit”, le due giornate a numero chiuso organizzate da Huawei, dedicate ad un ristretto numero di tecnici che si sono distinti, appunto, per aver ottenuto la certificazione HCIE.

Simone raccontaci il tuo percorso nel raggiungimento dell’HCIE.

“Ci vuole tantissimo impegno e di seguito vi spiego il perché.  Come primo step per accedere all’HCIE ho seguito un corso presso Klabs sulle soluzioni Data Networking Huawei, grazie al quale ho conseguito la certificazione HCNP, che rappresenta il livello intermedio del percorso Routing e Switching per accedere all’HCIE. In un secondo step ho partecipato ad un training preparatorio di una settimana presso Klabs, grazie al quale ho potuto affrontare la parte pratica della preparazione. Ci sono poi voluti  due anni di esperienza accumulata sul campo nell’installazione di apparati Data Networking Huawei, e non solo. Oltre lo studio di più di 2500 pagine di documentazione tecnica mi sono molto impegnato nel fare i laboratori ENSP di Huawei, grazie ai quali è possibile realizzare dei demo lab virtuali.”

Complimenti per costanza nella preparazione lunga e complessa. E l’esame HCIE in che cosa consiste?

“L’HCIE si svolge in tre fasi. Durante la prima ho avuto accesso all’esame teorico scritto presso il centro Prometics, superato il quale “sono volato” ad Amsterdam per sostenere il Lab Exam della durata di 8 ore.  Circa una ventina di giorni dopo ho affrontato la terza e ultima fase della certificazione: ho effettuato tramite webex l’esame teorico che è stato poi valutato da parte del team tecnico “Expertise” di Huawei”. L’esito poi lo sapete (ndr.)

Che dire? Un onore essere fra i tecnici presenti all’ “HCIE Event – Service Partner Technical Elite Summit” ad Amsterdam. Qual è l’obiettivo di questo workshop?

“L’evento HCIE-Huawei Service Partner Elite Summit è il primo in Europa organizzato da un Partner dedicato ai System Network Expert con un focus ben preciso: la creazione di una community di esperti con l’obiettivo di fare network e condivisione di esperienze tecniche. Con l’occasione ringrazio tutto lo staff di Huawei per aver reso speciale questo prezioso evento con la creazione di una community tecnica per la risoluzione immediata dei problemi tecnici in campo e il successo del nostro Business!”.

Bravo Simone! Complimenti da tutto il team COM.TEL!

G.R.

Leave a Reply