Smart Working Let’s Start

IMG_5052Un titolo conciso per un evento di grande successo nella location regale della Villa Reale a Monza. Questo è “Smart Working Let’s Start” l’evento organizzato da COM.TEL, dedicato ai clienti finali di TIM, che si è svolto lo scorso 19 maggio e che ha visto la partecipazione dei Partner tecnologici Alcatel-Lucent Enterprise e Plantronics.

Ospiti d’eccezione hanno preso parte all’evento. A iniziare da Fiorella Crespi, direttrice dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano nato nel 2012 con lo scopo di studiare l’evoluzione del modo di lavorare delle persone, proponendosi come il punto di riferimento per lo sviluppo della cultura dell’innovazione dei modelli di lavoro in ottica Smart Working. Per Smart Working si intende ”una nuova filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti da utilizzare a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati”, ha spiegato Crespi.

IMG_4997Grazie alla collaborazione con il Politecnico di Milano, a settembre 2015 TIM ha realizzato una survey sul tema Smart Working per misurare gli impatti su work-life balance e produttività, che ha coinvolto 14mila dipendenti consentendo una prima mappatura della situazione in tutta Italia.

Andrea Iapichino, responsabile per lo Smart Working di TIM, ha spiegato come in TIM lo Smart Working viene considerato un’opportunità per innovare politiche di gestione, luoghi, strumenti di lavoro “per creare una piattaforma di collaborazione che farà crescere la rapidità dei processi e l’efficacia di chi lavora in azienda”.

La prima sperimentazione dello Smart Working in TIM è partita a ottobre e dicembre 2015 e ha coinvolto circa 1000 dipendenti mentre la vera e propria fase di sperimentazione ha preso il via a febbraio 2016 su circa 9000 dipendenti delle città di Milano, Torino, Bologna, Roma e Palermo. L’obiettivo è quello di estendere gradualmente lo Smart Working anche alle altre principali città italiane.

IMG_5020Ma la domanda sorge spontanea: “La tecnologia non rappresenta uno degli snodi più critici del tema Smart Working?”. Milco Accornero, Segment Marketing Direct Channel TIM, ha spiegato “come strumenti facili ed economici possano abilitare l’innovazione organizzativa”.

“TIM è in grado di rispondere alle esigenze del lavoro flessibile, grazie ad una suite di soluzioni IT integrate per lo Smart Working, realizzate sfruttando le potenzialità del proprio Cloud e dell’infrastruttura di rete all’avanguardia (broadband, ultrabroadband e LTE)”, ha aggiunto Francesco Baldereschi, Cloud Marketing Manager di TIM.

In particolare Nuvola It Comunicazione Integrata by ALE è l’offerta Smart Working di TIM rivolta alle medie e grandi aziende italiane che unisce servizi voce a soluzioni innovative di unified communication, erogate in logica cloud e gestite nei data center di TIM.

Stefano Liguori, Solutions Architect di Alcatel-Lucent Enterprise, ha spiegato che “grazie alla soluzione NICI ALE ogni azienda sarà dotata di postazioni convergenti in grado di integrare il telefono, il PC e lo smartphone per offrire funzionalità di collaborazione avanzata quali VoIP, chat, instant messaging, videocomunicazione e document sharing”. Gli utenti potranno essere connessi sempre e dovunque, condividere informazioni da qualsiasi luogo e tramite qualsiasi dispositivo. Con queste premesse diventa fondamentale l’utilizzo dei dispositivi Smart Plantronics: cuffie e auricolari che consentono di parlare e di svolgere più attività contemporaneamente con smartphone e applicazioni per PC.IMG-20160519-WA0004

Myriam Gottschalk, Partner Account Manager di Plantronics, azienda americana esempio eccellente di Smart Working, ha annunciato che grazie ad una “tecnologia Smart i nuovissimi dispositivi Plantronics consentono di ottimizzare le chiamate e offrono conversazioni chiare indipendentemente dal luogo o dalla presenza di rumore di fondo”.

“COM.TEL, in qualità di Business Partner di TIM, ALE e Plantronics”, conclude Vincenzo Della Monica, Chief Technical Officer di COM.TEL, “è in grado di progettare la soluzione NICI ALE e i dispositivi Smart Plantronics a supporto, fornendo ai clienti la propria decennale esperienza di consulenza in ambito ICT per l’implementazione dello Smart Working a livello aziendale”.

G.R.

Google-plus-circle-icon-png  Smart Working Let’s Start Gallery

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply